I nostri servizi

Risanamento totale

Il risanamento relining è la soluzione non distruttiva di rinnovamento dell’intera tubazione danneggiata.
Consiste nell’inserimento di un tubolare di fibra all’interno della tubazione esistente con contenuta riduzione della sezione permettendo cosi il recupero ed il miglioramento delle funzionalità originarie.
Tale tecnologia è denominata risanamento relining o no dig, oppure ancora CIPP Cured in Place Pipe (Rivestimento polimerizzato in sito) o Trenchless ed è applicabile a tubazioni di qualsiasi materiale, forma e dimensione.
 
Svariati sono i casi che richiamano un intervento di risanamento totale: tubazioni caratterizzate per tutta la loro estensione da diffusi problemi di corrosione, perdite, lesioni strutturali, crepe continue, infiltrazioni di radici oppure tubazioni di nuova posa con rigidità anulare (SN) tale da non garantire una durata nel tempo.
 
Vantaggi del risanamento relining:
  • nessuno scavo;
  • nessuna demolizione;
  • nessuno smaltimento del vecchio manufatto;
  • nessun interferenza veicolare e con gli altri sottoservizi;
  • bassi costi di scarto;
  • rapidità di intervento;
  • nessun fermo degli impianti;
  • minimi spazi necessari in cantiere;
  • minimo impatto acustico.
 
Caratteristiche del risanamento senza scavo:
  • ripristino della impermeabilità del condotto;
  • consolidamento della tubazione danneggiata;
  • rinforzo strutturale;
  • perfetta tenuta idraulica;
  • inalterabilità nel tempo;
  • condotta monolitica senza giunti;
  • aumento della portata grazie alla diminuzione di rugosità superficiale;
  • alta resistenza alla pressione di esercizio;
  • alta resistenza meccanica e prolungata resistenza all'abrasione e agli aggressivi chimici;
  • perfetta adesione su ogni tipo di materiale;
  • assenza di ritiro;
  • diametro costante lungo tutta la tubazione;
  • barriera alla penetrazione di radici.
 
 

RELINING: approfondimenti.pdf

 
 

Metodologia di intervento

 
Sopralluogo e videoispezione
Nell’ambito del rinnovamento di una condotta ammalorata tramite risanamento no-dig, il primo passo consiste nell’effettuare un sopralluogo ed una videoispezione, intesi a verificare il diametro; la lunghezza; il numero di pozzetti; la quantità di allacciamenti; eventuali restringimenti, presenza di radici, guarnizioni e allacciamenti sporgenti…
 
Fresatura
Accertata la presenza di ostacoli è necessario provvedere alla loro eliminazione in quanto causerebbero l’arresto del tubolare durante i lavori di risanamento continuo. Idonee frese, introdotte nella tubazione attraverso i pozzetti, consentono la fresatura di qualsiasi sporgenza (radici, allacciamenti, guarnizioni, depositi calcestruzzo) preparando la tubazione al successivo relining.
 
Impregnazione liner
Calza e resine vengono attentamente scelte a seconda delle caratteristiche della tubazione da risanare, alla tipologia del liquido in circolazione ecc..
L’impregnazione del liner può avvenire in sede oppure direttamente in cantiere con opportuni sistemi di refrigerazione per rallentare il processo di polimerizzazione.
L’impregnazione totale e omogenea della calza è assicurata da una serie di rulli motorizzati che consentono di pressare e distribuire uniformemente la resina anche grazie all’ausilio di pompe per il vuoto per l’eliminazione di ogni presenza di aria all’interno del liner.
 
Installazione tamburo di inversione o ponteggio
Ad impregnazione avvenuta, il tubolare può venire avvolto all’interno di un tamburo oppure collegato alla sommità di un ponteggio con estroflessore posto perpendicolarmente all’ispezione di inserimento.
Il terminale della guaina posto all’esterno del tamburo e dell’estroflessore viene sigillato con cerchiaggio, mentre l’atro terminale viene serrato.
 
Inserimento tubolare
L’introduzione mediante pressione d’aria avviene con la messa in pressione dall’interno del tamburo provocando il rivoltamento ed il conseguente avanzamento della calza all’interno della tubazione da risanare.
L’inserimento mediante acqua avviene tramite un ponteggio di altezza adeguata. L’immissione dell’acqua alla sommità provoca per gravita la discesa del liner ed il successivo avanzamento in senso orizzontale nella tubazione lesionata.
In entrambe le soluzioni, assicurando un livello costante di pressione interna, il tubolare viene mantenuto perfettamente aderente alle pareti garantendo un ottimo ripristino.
La parte del tubolare costituita da feltro andrà a contattato con la tubazione da risanare mentre la parte in pu, pvc… rimarrà verso l’interno.
 
Catalisi della resina
La polimerizzazione del rivestimento avviene mediante il riscaldamento e la circolazione dell’aria o dell’acqua che consentono di mantenere la temperatura sui livelli prestabiliti per lo svolgimento delle reazioni chimiche.
Polimerizzazione con aria:
Mediante l’ausilio di un’apposita caldaia avviene la polimerizzazione attraverso il graduale riscaldamento e circolazione del vapore.
Polimerizzazione con acqua:
Grazie all’ausilio di un apposito sistema pompante, l’acqua contenuta nella guaina viene fatta circolare fino al raggiungimento della temperatura di catalisi della resina.
Le temperature vengono costantemente monitorate attraverso apposita strumentazione
 
Taglio del rivestimento
Terminato il raffreddamento controllato fino a temperatura ambiente si procede al taglio del tubolare in corrispondenza di pozzetti intermedi e delle camerette di partenza e arrivo della guaina.
Sigillatura della calza
Alle estremità del risanamento avviene la sigillatura utilizzando particolari stucchi catalizzanti a temperatura ambiente.
 
Fresatura derivazioni
La riapertura delle immissioni laterali innestate in linea viene effettuata mediante fresatura del rivestimento in corrispondenza degli allacciamenti per ripristinarne la funzionalità. Nel caso si rendesse necessario, è possibile eseguire un successivo risanamento delle porzioni di innesto delle derivazioni con il collettore principale.
 
Videoispezione
Il controllo finale del risanamento continuo viene effettuato con videoispezione documentando il cliente su supporto digitale.
 
 

Materiali utilizzati nella riabilitazione tubazioni senza scavo

I tubolari impiegati nel risanamento inliner sono differenti a seconda del tipo e delle caratteristiche della tubazione da risanare.
Tubolari costituiti da una guaina di più strati di agofeltro o di tessuto non tessuto poliestere, o anche di tessuto in fibra di vetro o infine da configurazioni multistrato miste. La guaina è composta da fibre guida longitudinali in modo tale da assicurare il mantenimento costante dello spessore durante le lavorazioni
Il lato che inizialmente si presenta esterno è ricoperto da un film di materiale plastico (pvc, pu, pe..) con lo scopo, in primis di permettere la formazione del sottovuoto e in fase di posa di evitare il contatto dell’acqua o del vapore con la resina durante la polimerizzazione.
Questa pellicola può essere composta da pvc per  garantire un’ottima tenuta e resistenza o da pu (poliuretano) per assicurare un’elevata elasticità ed il superamento di curve.
La tipologia del tubolare viene scelta attentamente in base alle esigenze meccaniche di ripristino; grammatura e spessore del feltro variano a seconda del diametro e delle tipologie della tubazione esistente tali da non costituire una riduzione della sezione del tubo garantendo un ripristino strutturale di elevata portata.

Le resine per l’impregnazione possono essere di vario tipo in relazione alle caratteristiche fisico chimiche delle acque con le quali verrà a contatto:
  • poliestere per reflui di scarichi civili, stradali e industriali (temperatura fino a 30-40°C)
  • vinilestere per reflui industriali con ampia oscillazione del PH e della temperatura
  • epossidico, non inquinante, per fluidi alimentari

Resine certificate e testate, conformi alle norme internazionali, eccellenti proprietà meccaniche, alta resistenza all’abrasione, elevata durata nel tempo.
Le resine vengono scelte in base al tipo di calza da impiegare, alle caratteristiche del risanamento che verrà eseguito e al tipo di fluido trasportato (particolare ad esempio in presenza di acqua contaminata da idrocarburi nel settore industriale o di trasporto prodotti alimentari)
 

Approfondimenti risanamento no dig:

 
Cosa si intende per Open End
Il sistema Open End viene utilizzato quanto è presente un unico accesso alla tubazione oggetto di risanamento totale. L’intervento di risanamento relining infatti prevede la presenza di un punto iniziale di ingresso (pozzetto, ispezione, scarico) ove introdurre il liner ed un punto finale per l’interruzione del risanamento.
La tecnologia Open End consente di evitare la creazione della seconda ispezione operando esclusivamente da un’unica apertura. Questo succede quando esiste oppure ne è praticabile una soltanto.
Al termine del tubolare utilizzato nei consueti risanamenti no dig viene applicato un tessuto Triplato che viene recuperato a seguito della polimerizzazione della resina rendendo immediatamente funzionale la tubazione risanata.
 
Cosa si intende per Preliner
In presenza di infiltrazioni d’acqua l’inserimento del tubolare viene preceduto dall’introduzione del cosiddetto preliner ossia un tubo floscio in polietilene. Il preliner ha la funzione di isolare il tubolare dalle infiltrazioni d’acqua che potrebbero interferire con la corretta catalisi della resina
 
Risanamento piccoli diametri. I punti di forza del risanamento
L’attrezzatura in ns. dotazione ci permette di adottare il sistema di rinnovamento non distruttivo anche in tubazioni di piccolo diametro con presenza di curve.
Onde evitare la sostituzione di tubazioni di scarico murate o interrate, anche verticali, è possibile risanare definitivamente colonne pluviali, tubazioni di scarico sanitari, tubazioni di scarico delle piscine, di qualsiasi lunghezza e dimensione, anche in presenza di diversi allacciamenti innestati alla stessa linea.
Per realizzare l’intervento di risanamento colonne è richiesta una collaudata esperienza che impiega guaine flessibili impregnate di resina da inserire a monte della tubazione in corrispondenza di tetti, terrazzi o in spazi limitati.
Non di meno il risanamento di tubazioni orizzontali di scarico acque sanitarie, tubazioni di ricircolo e scarico piscine richiamano la flessibilità del sistema di risanamento con una positiva risposta di recupero funzionale dei manufatti esistenti.
La flessibilità delle calze permette il superamento di curve e di adeguarsi ad eventuali cambiamenti di diametro intervenuti nel passato in occasione di sostituzioni parziali delle tubazioni.
L’innovativo sistema di risanamento no dig interessa anche gli allacciamenti innestati lungo la percorrenza della tubazione. In mancanza di ispezioni il ripristino non distruttivo permette una riabilitazione senza rotture.
Non permettere che demoliscano la casa per riparare una tubazione, rivolgiti a IMEC e sarai soddisfatto!
 

Guarda i video

 
  RISANAMENTO COLONNE
  RISANAMENTO PLUVIALI

 
 
Riabilitazione condotte stradali
Il rinnovamento di condotte esistenti senza scavo permette il rivestimento con calza impregnata di resine di condotte con rivestimenti interni pericolosi (cemento-amianto) o locate in situazioni ove è impensabile uno sostituzione, pensiamo a pavimentazioni in centro storico o in presenza di alti livelli dell’acqua di falda.
La tecnologia di risanamento e la moderna attrezzatura in possesso consentono di creare una nuova condotta con perfetta tenuta idraulica e resistenza strutturale con il vantaggio di ridurre i tempi di lavorazione e non arrecare disturbo in superficie.
Lunghezze, dimensioni, quantità di pozzetti intermedi e allacciamenti non ci disturbano affatto nella riabilitazione condotte.
Abbandona qualsiasi progetto di scavo e affidati all’esperienza di IMEC, sarà una vittoria!
 
 

GUARDA I VIDEO

 
  RISANAMENTO CONDOTTE diam. 600 mm
  RISANAMENTO CONDOTTE PVC CON CURVE diam. 200 mm
  RISANAMENTO CONDOTTE STRADALI
Scrivici per un preventivo gratuito, ti forniremo tutte le informazioni necessarie allo svolgimento del nostro lavoro.

Riparazione dall’interno di tubazioni di scarico, condotte, tubazioni acqua potabile e riscaldamento.

Richiedi Informazioni / Preventivo

Compila il seguente modulo per ricevere maggiori informazioni sui nostri servizi o richiedere un preventivo per una tua specifica esigenza.
Saremo lieti di rispondere alle tue richieste.

I dati personali comunicati tramite la compilazione del questionario saranno trattati da IMEC snc, con sede in Via Reginato, 59 31100 - Treviso (TV) - Italy, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi, nel rispetto di quanto previsto dal Codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003). Il trattamento avverrà mediante la consultazione e l'elaborazione sia in forma cartacea che informatica, il cui accesso è sotto controllo. I dati personali potranno essere comunicati all'interno della nostra Società agli incaricati degli uffici interessati, ai seguenti fini: ricerche di mercato, attività di promozione e informazione commerciale, etc. Specifichiamo che il conferimento dei dati da parte degli utenti è facoltativo, ma è tuttavia indispensabile per l'invio delle informazioni da Lei richieste. Potrà richiedere in qualsiasi momento l'aggiornamento, la modifica, l'integrazione, la cancellazione dei suoi dati, secondo quanto previsto dall'art. 7 del D.Lgs. 196/2003, inviando un e-mail all'indirizzo info@imec-risanamenti.it
X

informativa sulla privacy
La richiesta informazioni è stata correttamente inviata ai nostri uffici. Quanto prima vi risponderemo all'indirizzo email indicato.

Grazie
IMEC snc